Messaggio di Maria del 25 settembre 1999

10940620_10203310960003483_1661242007745343940_n[1]
“Cari figli, oggi di nuovo vi invito a diventare portatori della mia pace, in modo speciale ora che si dice che Dio è lontano; in verità Lui non vi è mai stato così vicino.
Vi invito a rinnovare la preghiera nelle vostre famiglie leggendo la Sacra Scrittura e a sperimentare la gioia nell’incontro con Dio che ama infinitamente le sue creature. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Eppure, Dio non ci è mai stato così vicino

Maria ci invita a diventare portatori di pace. Naturalmente, colui che ama la propria vita, ama anche quella degli altri e ama Dio come Creatore; nel suo cuore c’è la pace e, allo stesso tempo, la forza interiore per andare avanti. Dall’inizio delle apparizioni, il 26 giugno 1981, ci è stato rivolto un grande invito. Pregare e digiunare per la pace, diventare portatori di pace. Solo se si ha la pace nel cuore, la si può portare nella famiglia, nella comunità, nel mondo… Ma, per portare la pace, bisogna amare, perdonare, essere generosi, buoni, pazienti; da tutto questo nasce la pace. Per questo dobbiamo continuare a pregare per realizzare in noi questo invito della Madonna.

Maria ci chiede di diventare portatori della sua pace in modo particolare in questi tempi, quando si dice che Dio è lontano ma, in verità, non ci è mai stato così vicino. Sappiamo quanto sono numerosi coloro che non credono, che negano Dio, che parlano di un Dio lontano che non si preoccupa del mondo. Conosciamo tutte queste idee, ma per noi è importante chiederci che cosa pensiamo quando attraversiamo dei momenti difficili, dei problemi, quando chiediamo una grazia e questa non ci viene subito concessa… Che cosa pensiamo? Forse diciamo che Dio è lontano, che non ci ascolta, che non ci esaudisce, che non ci ama. Sicuramente tutto questo è errato perché è proprio nelle difficoltà e nei problemi che Dio vuole essere più vicino a noi.

Nella Bibbia troviamo numerose espressioni che ci parlano della presenza di Dio: “Jahvé” significa “Dio con noi”, “Dio per noi”, “Dio conosce la nostra storia e vuole salvarci”. Gesù poi, è chiamato “Emmanule”: “Dio con noi”. Dopo la sua Risurrezione, Gesù ripete spesso “Io sono con voi” e lo è soprattutto nell’Eucaristia. Preghiamo perché il Signore ci conceda la grazia di poterlo sentire sempre vicino e di aprire il nostro cuore al suo amore.

Vi invito a rinnovare la preghiera nelle vostre famiglie. La Madonna ripete con forza l’invito alla preghiera in famiglia, alla lettura della Bibbia. Già pregare il Rosario significa pregare in un modo biblico. In questo mese di ottobre che si avvicina, speriamo che tutti coloro che hanno dimenticato la preghiera in famiglia e che non pregano, si impegnino a rinnovarla grazie anche a questo invito della loro Madre; non soltanto il Rosario, ma anche la lettura e la meditazione della Bibbia pregando il Signore affinché ci mandi il suo Spirito per comprenderla. Solo così potremo sperimentare la gioia dell’incontro con Dio che ama infinitamente le sue creature, che ama infinitamente ognuno di noi.

L’aspirazione fondamentale che dobbiamo avere nei nostri cuori è quella di scoprire l’amore di Dio. Attraverso questo messaggio, decidiamoci a vivere questo mese pieni di gratitudine verso la Regina della Pace per la sua presenza.

Preghiera finale: Signore, Dio creatore, nel nome di tuo Figlio Gesù, principe della pace, portatore della vera pace, con Maria Regina della pace, ti chiediamo: riempi i nostri cuori con la tua pace, libera i nostri cuori dall’odio e da tutte le cose negative, da tutto ciò che ci impedisce di vivere in pace. Donaci la grazia di poter perdonare e riconciliarci, per poter diventare testimoni e portatori della tua pace. Concedici la grazia di fare esperienza della tua presenza, o Signore, in tutta la nostra vita e soprattutto quando soffriamo.

Benedici, o Signore, le nostre famiglie e riempile con lo spirito di preghiera perché leggendo la tua Parola, meditandola e pregando, possano (continua a p.3) (da p.1) incontrare con gioia Te, Dio, che ami infinitamente ognuno di noi e tutte le tue creature. Ti chiediamo la benedizione per coloro che non hanno la pace, che si odiano, che non riescono a perdonare, per tutti coloro che ti sentono lontano e non credono più nella tua misericordia. Benedici, o Signore, soprattutto i nostri ammalati.

Donaci un amore speciale per la tua Parola affinché possiamo portarla nel nostro cuore come Maria e incontrarti con gioia nella preghiera. Donaci l’esperienza del tuo amore e noi saremo per sempre tuoi, saremo capaci di testimoniare e portare la pace. Benedici, o Signore, tutti i moribondi, tutti coloro che assistono i malati, soprattutto le persone che soffrono a causa delle guerre e delle catastrofi naturali.

Che la tua santa benedizione, o Signore, scenda su tutti noi, su tutte le creature, su tutto l’universo e ci protegga da ogni male. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. La pace sia con tutti voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...